Giovani e avidi

 23/08/2011 Che il Tottenham perdesse all’Old Trafford ci poteva stare. Che Modric, il giocatore forse più talentuoso degli Spurs, si rifiutasse di giocare un po’ meno. Il centrocampista croato non è il primo e non sarà l’ultimo nell’elenco di giocatori cresciuti nell’era D.B. (dopo Bosman) ad impuntarsi come un bambino viziato. L’altro, sempre di questi giorni, è Nasri. Bastano un paio di stagioni decenti per attrarre l’attenzione di un club se non più grande più magari più ricco o meno attento al bilancio. La promessa di un 20/30 mila sterline in più a settimana di solito cancella promesse e baci sulla maglia e spinge l’interessato a chiedere, o meglio esigere, di essere ceduto.

A Wenger è già successo con Ashley Cole, Adebayor, Fabregas e ora Nasri appunto. I tifosi dei Gunners piuttosto che prendersela con lui dovrebbero prendersela con questa generazione da twitter che preferisce giocare 20 partite a stagione a 120mila sterline a settimana in un’accozzaglia di pseudo campioni che essere leader di un club “storico” a sole 90mila sterline a settimana. Perchè alla fine non è vero che il francese non compri, compra meglio senza buttare i soldi ma di solito i suoi giovani, una volta cresciuti, si fanno avidi e chiedono di essere ceduti. Vero qualche giocatore esperto avrebbe dovuto tesserarlo ma lascio questa eterna disputa ai frequentatori dell’Ashburton Grove.

Che non contino nulla i tifosi si sapeva ma ora non conta più neanche il prestigio e non quello del club ma personale. Guadagnare ed apparire. Viene voglia di tifare per una squadra di pippe.

Stefano Faccendini

3 risposte a "Giovani e avidi"

  1. Ciao grandissimo, è la filosofia di oggi; arraffa soldi finché puoi senza altra regola.
    Purtroppo non vale solo per uno con la testa rovinata da cifre a sei zeri come un calciatore ma, almeno da noi, è regola di vita diffusa.
    Ti seguo anche se ormai il calcio l’ho abbandonato quasi definitivamente
    Ciao
    Carlino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...