Terzo turno

Non occorre specificare di cosa. Sono i primi di gennaio, la FA Cup entra nel vivo per molti, per altri è iniziata quando la maggior parte delle persone si godeva ancora le vacanze estive. Una delle sorprese piú gradite è stata la serietá con cui la maggior parte delle squadre di prima fascia ha affrontato la competizione dopo anni in cui in molti avevano lamentato un declino del prestigio del trofeo dovuto all’atteggiamento snob proprio dei club piú importanti. Il derby di Manchester è stata una partita a cui non è mancato niente, anzi forse sì, un giocatore per 78 minuti, peccato che una sfida del genere in quelle condizioni metereologiche e con quel pubblico sia stata rovinata da un arbitro fin troppo ligio al regolamento. Il Chelsea ha schierato i migliori undici sapendo bene che questa coppa potrebbe rappresentare la differenza tra sufficienza e fallimento della stagione. Tottenham e Arsenal hanno mischiato titolari e panchinari in lotta per un posto un squadra con esito soddisfacente. Persino il QPR è sceso in campo con la formazione migliore, nonostante il suo allenatore sia solito snobbare questi eventi, ma il pareggio all’ultimo minuto sul campo del Franchise FC non ha impedito a Neil Warnock di perdere il posto. Nessuno mi leverá dalla testa che questa decisione non è stata presa for football reasons only. Warnock non è una persona piacevole, non è simpatico e non credo solo agli avversari. Penso che neanche in famiglia sia troppo popolare. Per una persona che va, due che ritornano. Paul Scholes, pochi mesi dopo il suo ritiro dal calcio, è dovuto correre per aiutare il suo United in piena crisi infortuni. Piuttosto che comprare comparse nel mercato di gennaio Sir Alex ha scelto la serietá e la sicurezza del suo veterano. Thierry Henry ha firmato due mesi di contratto per il club che gli ha eretto una statua, in attesa di tornare a trotterellare nella MLS (e la stessa cosa hanno fatto Donovan all’Everton e Keane al Villa). In molti si sono chiesti se Wenger abbia fatto bene: io non penso che, RVP a parte, i Gunners abbiano davanti questi fenomeni, un paio di mesi di Henry sono sempre meglio di un paio d’anni di Arshavin e una ventina di Chamakh. Il boato del suo ingresso in campo l’ho sentito dal divano di casa. Gli sono bastati 10 minuti dal suo ingresso in campo per eliminare il Leeds. La cittá di Liverpool continua a dividersi in buoni e cattivi. La parte rossa è di nuovo al centro di accuse di razzismo, dopo i giocatori, questa volta i tifosi. La parte blu, settimane dopo Gary Speed, ha pianto un altro ex (a dire il vero ex anche dei Reds), Gary Ablett, l’unico giocatore ad oggi ad aver vinto la FA Cup con Everton e Liverpool. David Moyes ha dimostrato di nuovo di essere un signore, aspettando a bordo campo e stringendo la mano a tutti i giocatori del Tamworth a fine partita. Una squadra di Premier che invece ha effettuato nove cambi rispetto alla formazione schierata nell’ultimo turno di campionato è stata il Wigan ed infatti ha ottenuto quanto meritato, una figura meschina. L’allenatore dello Swindon ha confessato in tv che battere le riserve della penultima formazione di Premier League è stato “the best moment of my life” con buona pace dei suoi ex tifosi italiani, scozzesi e inglesi a cui queste parole venivano proferite con ricorrenza annuale. Il Sunderland è passato a Peterborough e, detta così, non è una gran sorpresa. Basta invece scorrere l’elenco delle potenze calcistiche che avevano fatto fuori dalle coppe nazionali i black cats nelle ultime stagioni (dal Bury al Notts County) per realizzare ancora una volta la differenza tra un allenatore, O’Neill, e due persone che erano sedute in panchina (Keane e Bruce). In attesa degli scontri di fine mese un’ultima osservazione. Si è detto tanto delle squadre che non prendevano sul serio la FA Cup. A giudicare dagli spalti vuoti in molti stadi, sembra invece che la piú antica competizione domestica ad eliminazione diretta del mondo sia snobbata proprio dai tifosi.

4 risposte a "Terzo turno"

  1. E questo è un vero peccato.Io,potendo,andrei a vederle TUTTE.

    P.S. Dai,non esagerare con i precedenti allenatori del Sunderland.La promozione in PL conquistata da Keano,che vi ha raccolti dal fondo classifica,l’hai già dimenticata?
    E anche Bruce ha fatto un buon lavoro,tutto sommato.Io penso che O’Neill,indubbiamente un grande manager,abbia rivitalizzato un gruppo che va comunque rinforzato non poco per restare competitivo.

    1. i tifosi dei Pompey in semifinale hanno fatto un tifo da brividi, tanto rispetto per loro. per me tu sopravvaluti le doti di Keane, in Championship non eravamo una squadraccia e dopo la depressione dell’ultima retrocessione targata Mc Carthy avevamo solo bisogno di un motivatore. in Premier ha mostrato tutti i suoi limiti (confermati con l’Ipswich). la squadra attuale, senza rinforzi, può tranquillamente arrivare nelle prime 6/8, diciamo che tra O’Neill e Bruce ci sono almeno 10 posti in classifica di differenza con gli stessi giocatori.

      1. No,non direi che lo sopravvaluto,però mi pare giusto rendergli i meriti che ha:per un manager al suo primo incarico quella promozione è comunque un ottimo risultato.
        Poi è naturale che ha i suoi limiti:secondo me il suo carattere può essere un pregio in certe circostanze quanto un limite in altre.
        Tra O’Neill e Bruce non ha senso fare paragoni:da una parte c’è un comprovato ottimo manager che è stato più volte accreditato addirittura come erede di Sir Alex allo United,dall’altra un ex difensore che cerca di imparare il mestiere,e direi che finora ha fatto delle buone esperienze che possono solo aiutarlo a migliorare in futuro.

  2. Io sono soddisfatto anche del sorteggio,che ha messo di fronte molte squadre di Premier (una su tutte Liverpool-United),dando possibilità alle piccole di andare avanti,e chissà che non rivedremo galoppate che hanno del clamoroso fino alla finale.
    Un po’ come la favola del derelitto Portsmouth nel 2008,per il quale ho fatto un tifo pazzesco anche nella semifinale con gli Spurs.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...