L’ultima partita

Quella di martedì due ottobre contro il Bath potrebbe essere l’ultima partita del Truro City FC. La capitale amministrativa della Cornovaglia il prossimo weekend potrebbe non avere più la propria squadra di calcio, fondata nel 1889. Eppure non molto tempo fa era sulla bocca di tutti per la rapida ascesa nelle divisioni inferiori. Dal 2005/06, stagione della prima promozione, al 2011 the white tigers erano salite di sei categorie, arrivando in Conference South, con una vittoria a Wembley nell’FA Vase in archivio e ambizioni da football professionistico.

Il futuro era rosa: il proprietario, Kevin Heaney, era stato addirittura nominato nella Rich List del Times con un patrimonio di 154 milioni pochi anni prima. La sua attività di imprenditore immobiliare andava a gonfie vele. Da quando nel 2004 aveva rilevato il club la sua notorietà ed il suo prestigio erano aumentati grazie alle vittorie della squadra. Piani per un nuovo stadio e per altre operazioni di investimento sul territorio erano puntualmente stati presentati svelando, soprattutto a chi seguiva meno il calcio, quali fossero i suoi reali interessi.

Tutto il castello di carte, costruito stagione dopo stagione, cadde improvvisamente alla prima folata di vento nel 2011, quando Heaney, forse disperato per una nuova opportunità di business, forse reso miope dai suoi successi precedenti, decise di farsi promotore del consorzio per l’acquisto del Plymouth Argyle. Nonostante una persona non possa essere proprietaria di due club allo stesso tempo, l’ex titolare della Cornish Homes Ltd si affrettò a dire:

“The wild rumours which have been circulated regarding the impending sale of Truro City FC are completely false. I am 100% committed to Truro and am very proud to have been its chairman since 2004. I plan to continue in that role for the continuing future with so many exciting things happening with the club.”

Chissà se le cose eccitanti cui si riferiva erano il fallimento, i dieci punti di penalizzazione e la scomparsa definitiva del club, ma un anno dopo è questa la triste realtà.

Citando il credit crunch come causa della sua crisi negli affari, tante le persone che negli anni del boom del mercato immobiliare e dei mutui facili vantavano una ricchezza esistente solo sulla carta o sul pc, Heaney è stato dichiarato fallito abbandonando il Truro, e 162 creditori del club, al proprio destino lo scorso agosto. Come sempre i successi avevano alimentato l’ambizione e i costi che fino a qualche anno prima erano rimasti sotto controllo. Le trasferte dalla Cornovaglia erano diventate , finanziariamente, sempre più impegnative e i giocatori reclutati, tra cui l’ex calciatore del Fulham Barry Hayles, sempre più costosi.

La voglia di arrivare aveva fatto dimenticare le più semplici regole di bilancio a cui si è appellata invece l’HMRC contestando il mancato pagamento prima di 100 sterline e poi di altre 51mila. La minaccia del fallimento e della susseguente liquidazione era stata allontanata sia a gennaio che a luglio ma quando i calciatori ad agosto hanno cominciato a non ricevere lo stipendio per il Truro si è aperta la strada dell’amministrazione controllata con relativa penalizzazione di 10 punti.

Ad oggi, ultimi in classifica, e senza giocatori da schierare dopo la gara di martedì, sembra veramente che non ci sia futuro per la prima squadra cornish ad arrivare al livello Conference della Piramide. Ufficialmente la lega ha fissato per l’11 ottobre il termine ultimo per presentare eventuali proposte atte a garantire il futuro del club ma nè tifosi nè amministratori riescono a vedere da dove potrebbe arrivare un intervento miracoloso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...